giovedì 11 novembre 2021

COMUNICATO STAMPA: IL MANIFESTO DEL MARKETING ETICO COMPIE 10 ANNI

Il Manifesto del Marketing Etico, presentato nel 2011 dal suo autore Emmanuele Macaluso, compie 10 anni. Il documento sempre più al centro di ricerche, saggi e strategie di comunicazione e CSR.

 

Era l’undici novembre 2011, quando l’esperto di marketing e divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso ha presentato ufficialmente il suo Manifesto del Marketing Etico.  Il Manifesto è un documento formale composto da 11 punti, nei quali l’autore dimostra come si possano applicare parametri etici al marketing, comunicazione e giornalismo. Un accostamento apparentemente impossibile ma che in 10 anni ha dimostrato la sua validità  e applicabilità.

 

Il Manifesto del Marketing Etico arriva a questo traguardo e lo festeggia con una lettera aperta del suo autore (http://www.manifestodelmarketingetico.org/lettera%20aperta%20Emmanuele%20Macaluso%2010%20anni%20Manifesto.html) che oltre a raccontare il cambiamento di scenario indotto dal Manifesto, ha dato appuntamento a inizio 2022 per un bilancio sociale e di missione che prenderà in considerazione tutto il decennio di vita del documento e metterà in evidenza i risultati ottenuti.

 

Nel corso degli anni, il Manifesto del Marketing Etico è stato attenzionato da molte università italiane e estere, business school, enti di formazione, team di ricercatori e aziende, attirando l’attenzione dei media e diventando un riferimento a livello globale del marketing e della Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR).

 


Chi è Emmanuele Macaluso:

Emmanuele Macaluso è un professionista con un’esperienza più che ventennale nell’ambito del marketing, della comunicazione e CSR (Responsabilità Sociale d’Impresa).

Attivo come consulente, docente e conferenziere, l’11/11/11 ha presentato in contemporanea il Manifesto del Marketing Etico e il suo primo saggio “Bende Invisibili - Manifesto del Marketing Etico” nel quale il Manifesto era formalmente pubblicato.

Dal 2011 quindi, Emmanuele Macaluso partecipa a decine di conferenze e eventi sull’argomento e rilascia centinaia di interviste. La condivisione dei principi del Manifesto del Marketing Etico, nel corso degli anni quindi, ha preso la forma di una vera e propria campagna di sensibilizzazione.

Nel corso della sua carriera, per la sua attività di ricerca e divulgazione è stato più volte definito dai media come:”Il padre del marketing etico italiano” e “l’Al Gore italiano”.

Ha vinto numerosi riconoscimenti scientifici e sociali ed è autore di saggi, ricerche e centinaia di articoli.

 

La dichiarazione dell’autore del Manifesto del Marketing Etico Emmanuele  Macaluso:

“Quando abbiamo presentato il Manifesto del Marketing Etico nel 2011, l’argomento era ben lontano dall’essere il trend di oggi” - dichiara Emmanuele Macaluso, che continua - “Quando il Manifesto fu presentato divenne oggetto di critiche che il tempo ha sciolto come neve al sole. L’applicabilità di principi etici al marketing e alla comunicazione e la relativa presa di coscienza delle dei professionisti del settore ha trovato risposte positive in strategie di importanti aziende e in ricerche di prestigiose università in Italia e all’estero. Aver dato un contributo concreto alla disciplina a cui appartengo è per me motivo di orgoglio e un privilegio”.

 

È possibile scaricare gratuitamente il Manifesto del Marketing Etico (disponibile in 6 lingue) all’indirizzo http://www.manifestodelmarketingetico.org/download.html

 

 

Manifesto del Marketing Etico

Web: www.manifestodelmarketingetico.org

Facebook: www.facebook.com/MANIFESTODELMARKETINGETICO/

Twitter: https://twitter.com/EthicMktgManife

martedì 9 novembre 2021

LETTERA APERTA DELL’AUTORE DEL MANIFESTO DEL MARKETING ETICO EMMANUELE MACALUSO (ITALIANO) 11/11/2011 - 11/11/2021 10 ANNI DI MANIFESTO DEL MARKETING ETICO


 LETTERA APERTA DELL’AUTORE DEL 

MANIFESTO DEL MARKETING ETICO EMMANUELE MACALUSO

(ITALIANO)

 

11/11/2011 - 11/11/2021

10 ANNI DI MANIFESTO DEL MARKETING ETICO

 

 Torino, 11 novembre 2021

 

Cara Lettrice, Caro Lettore,

                       quando l’undici novembre 2011 mi recavo nel luogo dove avrei presentato il Manifesto del Marketing Etico non potevo conoscerne le conseguenze.

In quel momento, l’attenzione per l’etica applicata al marketing e alla CSR (Corporate Social Responsability - Responsabilità Sociale d’Impresa nda) era ben lungi dall'essere il trend di oggi.

Non esistevano corsi. La cultura stessa di un’applicazione dell’etica in questa disciplina era dileggiata, se non addirittura osteggiata. Io stesso sono stato oggetto di denigrazione, talvolta nascosta da un umorismo stantio e da giudizi che il tempo avrebbe valutato come inappropriati.

Ora, a dieci anni da quel venerdì 11/11/11, reputo sia arrivato il momento di valutare quanto sia avanzato il progetto e soprattutto la disciplina alla quale ho dedicato molte risorse della mia esistenza.

Di quelli che sono stati i risultati del progetto, e la sua capacità di inserimento nel tessuto operativo e sociale a livello globale rimando al “Bilancio Sociale e di Missione Decennale del Manifesto del Marketing Etico”, che sarà pubblicato all’inizio del 2022. Tale pubblicazione sarà oggetto di un lancio formale attraverso i canali ufficiali e la stampa.

In questo momento credo possa essere più utile - e doveroso - fare un punto sulla situazione generale.

L’applicazione dei punti del Manifesto del Marketing Etico ha trovato spazio in molte attività di comunicazione, formative e CSR. La stretta correlazione tra i principi etici e quelli di sostenibilità ambientale e sociale si stanno sviluppando in contesti dove era impensabile inserirli un decennio fa.

Non ci poniamo interrogativi circa l’intenzionalità strategica di tali attività. Preferiamo concentrarci sulle ricadute positive e sul fatto vengano attuate. Non abbiamo infatti mai fatto parte del nutrito popolo di giudici con seggio al tribunale delle intenzioni. Riteniamo che fare qualcosa sia meglio che rimanere immobili a giudicare senza titoli chi almeno quel qualcosa lo crea.

Per chi come noi, si occupa di queste tematiche non da quando sono diventate un trend (speriamo non passeggero) ma dall’inizio, pur riconoscendo una fase embrionale e ancora molto sviluppabile del fenomeno, non possiamo non vedere importanti differenze con il recente passato.

Quando in anteprima sulla presentazione ufficiale, nel giugno del 2011, feci inserire in un corso di web marketing del Polo Formativo ICT di Torino il Manifesto del Marketing Etico come argomento da trattare nel programma, sapevo che sarebbe stata la prima volta in Italia.

Ora i corsi che vedono i principi del Manifesto inseriti direttamente o indirettamente sono centinaia, in Italia e all’estero. Abbiamo notato, soprattutto nei Paesi francofoni.

Capita allora di vedere corsi o master di “Marketing Etico” sviluppati da prestigiose università e importanti business school. Sembrerà stano soprattutto ai giovani lettori di questa lettera, ma sui motori di ricerca non vi erano neppure risultati strutturati per l’argomento “marketing etico” nel 2010-11. Ora invece sono migliaia. Molti di quelli riconducibili alla pubblicazione e attuazione del Manifesto del Marketing Etico.

Al Manifesto del Marketing Etico e ai progetti supervisionati, sono stati dedicati libri e ricerche. Ma ancora più importante è il numero di pubblicazioni divulgative che sono state dedicate ad un argomento che sta scendendo dal palcoscenico tecnico per salire su quello più vicino all’interesse collettivo.

Perché di questo si tratta. Ovvero lavorare per generare benessere per i propri clienti e conseguentemente per la società e il pianeta.

La sensibilità ai temi ambientali e sociali che ormai sono di casa nei TG, e che spesso viene strumentalizzata e politicizzata, è frutto di un lavoro embrionale iniziato anni fa. In quell’embrione, i fatti ne danno atto, c’era anche il Manifesto del Marketing Etico.

Quando scrivo questa lettera ho 44 anni compiuti. Quando iniziai a lavorare sulle ricerche che portarono alla stesura del Manifesto ne avevo 33. Ho riflettuto molto sul fatto che forse un documento così rivoluzionario per quello scenario non poteva essere frutto di una mente più matura.

Nel corso di questi 10 anni ho incontrato molti giovani e la mia speranza è che la prima versione del Manifesto del Marketing Etico possa essere evoluta. Spinta ancora nella direzione della freccia del tempo. Per fare questo ci vorrà molto sacrifico e abnegazione, e forse una serie di menti che possano credere ancora nel cambiamento verso una direzione positiva, etica, condivisa e sostenibile.

Credo che sia giunto il momento di mettermi al servizio di chi viene dopo di me, affinché possa lavorare meglio di me, in un clima sociale migliore di quello del 2010-2011.

Per quanto io possa essere l’autore del Manifesto del Marketing Etico e di molte sue attività, in realtà il Manifesto rappresenta il mio dono al mondo. Il mio lascito. Il mio retaggio. Sicuramente, il punto più alto di una carriera al servizio della mia disciplina.

Spero che possa essere curato e che possa crescere ancora. Talvolta un albero diventa diverso dalla pianta che venne piantata. Forse non potrò vederlo, ma mi piace immaginare che possa essere così. Se così non sarà, mi rimane la certezza di aver fatto fede alla mia parte di responsabilità verso “chi” e “cosa” mi circonda nel mio tempo.

Ringrazio gli altri membri del Comitato Etico Scientifico (Co.E.S.) e tutte le persone che hanno supportato umanamente e tecnicamente il Manifesto del Marketing Etico in questi anni.

Per un approfondimento sulle attività e i risultati del progetto rinnovo il mio invito a scaricare il “Bilancio Sociale e di Missione Decennale del Manifesto del Marketing Etico” che  – lo ricordo – sarà pubblicato ad inizio 2022.

 

Con gratitudine e umiltà operosa.

 

Emmanuele Macaluso

 Autore del Manifesto del Marketing Etico

e membro del Co.E.S.

giovedì 7 ottobre 2021

COMUNICATO STAMPA: EMMANUELE “EM314” MACALUSO LANCIA LA SFIDA AGLI EUROPEAN MASTERS GAMES CON IL VIDEO “ROAD TO TAMPERE”

L’atleta torinese,  noto con il nickname “EM314” pubblica un video intitolato “Road to Tampere”  nel quale ufficializza la sua partecipazione ai Campionati Europei Masters di Tampere 2023.

È firmato dal filmaker Costantino MeloniRoad to Tampere”, il video attraverso il quale il biker Emmanuele Macaluso (aka EM314), annuncia la sua partecipazione alla gara di MTB - Cross Country (XCO) degli European Masters Games che si terranno a Tampere nel 2023.

 

Il video, dalla durata di circa due minuti è girato a Torino. Pubblicato sul canale YouTube di EM314, ufficializza i rumors che negli scorsi mesi hanno visto Emmanuele Macaluso rientrare nel mondo dello sport. 

È questo quindi il canale comunicativo che “l’Atleta più Green d’Italia” - come è stato definito da numerose testate giornalistiche - ha scelto per annunciare il suo ambizioso obiettivo sportivo.

 

Le dichiarazioni dei protagonisti

Emmanuele Macaluso (Atleta): Il video è un omaggio a Torino e all’Italia che avrò l’onore di rappresentare in una competizione internazionale - dichiara EM314, che continua - Costantino (Meloni nda) mi ha fatto sentire sempre a mio agio ed è riuscito a raccontare il messaggio che volevo comunicare inserendomi in una cornice storica e naturale stupenda. Spero che il video sia di gradimento del pubblico e che possa appassionarsi alla mia avventura sportiva e umana.

 

Costantino Meloni (Regista): Lavorare con Emmanuele è stato molto stimolante. È la mia prima esperienza nel mondo dello sport dopo quella che ho sviluppato nell’ambito dei videoclip musicali. Ho quindi cercato di armonizzare il più possibile il connubio tra la musica e il paesaggio con il quale l’atleta ha interagito.

Abbiamo voluto omaggiare anche la città nella quale io e EM314 viviamo, cercando di far conoscere la storia di un atleta che sta facendo qualcosa di straordinario e che merita il supporto del Paese.

 

Chi è Emmanuele Macaluso:

Emmanuele Macaluso, torinese, classe 1977, conosciuto con il nickname di EM314, è un atleta di sport estremi impegnato nella mountain bike (Cross Country). Dopo una brillante carriera agonistica nell’atletica leggera (lancio del giavellotto) sotto la guida del campione e primatista del mondo Carlo Lievore, Macaluso si ritira nel 2009. Alla fine del 2019, dopo 10 anni di inattività, decide di tornare nel mondo dello sport, questa volta nella MTB. 

Lo scorso febbraio è stato indicato da molte autorevoli testate giornalistiche come l’Atleta più Green d’Italia per essere stato il primo atleta a pubblicare un bilancio sociale nella storia dello sport italiano.

 

Rappresenterà l’Italia agli European Masters Games di Tampere (Finlandia) nel 2023. Con oltre 25.000 fan sui social e circa 350 articoli di stampa infatti, EM314 è uno dei riders MTB più popolari d’Italia.

 

Il video è visibile al link https://www.youtube.com/watch?v=6fObTJx3XFE

 

Canali ufficiali di EM314

Web: www.em314official.com

Instagram: www.instagram.com/emmanuelemacaluso

Facebook: www.facebook.com/EM314official

Twitter: https://twitter.com/E_Macaluso

LinkedIn: www.linkedin.com/company/em314

Blog: https://em314official.blogspot.com/

Youtube: www.youtube.com/channel/UCeWhKRU75lwI0VLkCvWuZNA